Emiliano Bozzetti, nominato fisiochinesiterapista della nazionale Under 21

pubblicato 30/08/2017 alle 17:24

articolo di Giulia Ghiretti

Il percorso di Emiliano Bozzetti inizia già diversi anni fa, nel 2011 con la nazionale under 20, la quale disputa il torneo delle quattro nazioni (Polonia, Italia, Svizzera, Germania), una competizione calcistica europea riservata a quattro rappresentative Under-20. Durante questo percorso con la under 20, nella stagione 2014-2015 l’Italia arriva seconda mentre nella stagione 2015-2016 vince il torneo delle quattro nazioni.

 

Nel 2016-2017 continua la sua esperienza professionale seguendo la nazionale under 19 la quale viene eliminata durante la seconda fase ed è proprio di questi giorni la sua promozione come fisiochinesiterapista delle nazionale under 21 che lo vede già impegnato in questi giorni in raduno con il ct Di Biagio. 

 

Un incarico sicuramente impegnativo ma di grande soddisfazione sia per lo stesso Emiliano già alle prese con la prima partita a Toledo in Spagna il primo settembre sia per lo stesso Claudio Bozzetti che da 22 anni gestisce il CPR, Centro Riabilitativo all’avanguardia capace negli anni di innovarsi sia nella scelta dei macchinari e delle terapie proposte sia nella formazione continua di un grande staff altamente qualificato  al cui interno oltre a Claudio ed Emiliano, lavorano la moglie Iside e la figlia Clara Bozzetti la quale svolge un ruolo fondamentale all’interno del centro come ottima coordinatrice sia delle pazienti sia dello staff, oltre a gestire tutti gli aspetti burocratici e relativi agli adempimenti di vario genere. Una figura assolutamente centrale per l’efficienza e la rapidità nel dare risposte ai pazienti e nel risolvere ogni tipo di problema.  

 

Dietro alla storia e al successo di questa impresa artigiana c’è sicuramente un buon direttore ed un ottimo maestro che tuttavia, cosa non affatto scontata, è stato capace di trasmettere la passione per il suo lavoro in primis ai figli, Clara ed Emiliano e poi a tutto lo staff del centro: una grande famiglia allargata come ama definirla lo stessi Claudio nella quale la professionalità, la disponibilità, la formazione, la “personalizzazione” e l’ascolto delle persone sono valori condivisi.

Un grande in bocca lupo quindi ad Emiliano per questa nuova avventura con la nazionale Under 21 ed a tutto lo staff perché continuino su questa strada intrapresa che gli sta dando molte soddisfazioni. 

 

Torna indietro

Lascia il tuo commento