Il 2020 è stato un anno molto difficile per il cinema italiano, il comparto culturale e l’industria dell’intrattenimento. Nonostante ciò lo storico premio internazionale Cinearti ‘La Chioma di Berenice’, pietra miliare nella storia della CNA, giunto alla sua 22esima edizione, garantirà la sua continuità seppur in maniera inedita: i riconoscimenti verranno, infatti, assegnati indipendentemente dall’uscita del film nelle sale cinematografiche, ci saranno dei premi speciali per un anno speciale, ma soprattutto per la prima volta sarà all digital. Le premiazioni saranno trasmesse in diretta video mercoledì 31 marzo dalle 21.30 su www.mymovies.it.

La conduzione della serata sarà affidata all’attrice, cantante e conduttrice Carolina Rey ma i protagonisti saranno sempre loro, gli artigiani italiani del cinema che hanno portato le eccellenze del nostro bel paese in tutto il mondo. Quest’anno, oltre alle categorie acconciatura, trucco, cinematografia, costumi, scenografia, montaggio, colonna sonora, attrice, attore, produttore, regia e film sono previsti il premio speciale alla carriera e il premio attore e regista.

Novità anche per quanto riguarda le giurie che in questa particolare edizione sono state sostituite da un comitato tecnico/artistico composto dalla direzione artistica, dai componenti della Presidenza nazionale di CNA Cinema e Audiovisivo – per la premiazione delle categorie relative a miglior produttore, attore, attrice, regia, film, montaggio – e dalla Presidenza CNA Benessere e Sanità per la premiazione delle categorie relative a miglior acconciatura, trucco, costumi, scenografia, colonna sonora, autore della cinematografia. Inoltre, a fronte del mutato scenario della fruizione, con prodotti spesso dal linguaggio ibrido e modelli di distribuzione diversi, è stata eliminata la suddivisione dei premi nelle due categorie cinema e fiction.

CNA Cinema e Audiovisivo e CNA Benessere e Sanità, pur non potendo consegnare i premi come normalmente vengono assegnati – sottolinea Gianluca Curti, Presidente CNA Cinema e Audiovisivo – garantisce continuità a questo storico premio che dal 1998 promuove e rende onore alle maestranze del cinema con grande orgoglio.” Ai protagonisti del premio, le maestranze, mestieri autenticamente artigiani, rivolge ugualmente il suo pensiero Antonio Stocchi, Presidente CNA Benessere e Sanità, evidenziando quanto questi “non solo contribuiscono a comunicare ed affascinare, ma spesso anche a caratterizzare ed anticipare mode, tendenze e stili di vita. Un impegno, il loro, che è frutto di tecnica, fantasia e passione.”

“Questa, che sarà una edizione speciale – commenta il direttore artistico del Premio, Antonio Flamini – rappresenta una sfida per tornare, mi auguro presto, a condizioni normali e recuperare gli spazi che di solito caratterizzano gli eventi di questo tipo.” L’ augurio è condiviso dalla presidente del Premio, Graziella Pera, la quale si è detta molto orgogliosa di aver avuto la possibilità di seguire ‘La Chioma di Berenice’ fin dagli esordi: “Negli anni, il Premio è cresciuto in importanza e autorevolezza avendo premiato le più note personalità artistiche e professionali, tra cui spiccano anche importanti premi Oscar. È un Premio che ha una sua forte identità, poiché è stato tra i primi ad aver assegnato un riconoscimento alle professionalità artistiche ed artigianali che caratterizzano ogni produzione e che sono centrali nella realizzazione di un film.”

Per scoprire tutti i premiati l’appuntamento è mercoledì 31 marzo alle 21.30 su www.mymovies.it.  Alla serata parteciperanno i vincitori in collegamento oltre ad alcune presenze in studio, nel pieno rispetto delle normative anti Covid-19.