Rinnovo CCNL industrie metalmeccaniche: precisazione sul welfare aziendale

pubblicato 17/03/2017 alle 11:29

articolo di Graziano Viglioli

Le parti firmatarie del rinnovo del CCNL del 26 novembre 2016 per i dipendenti dalle industrie metalmeccaniche e della installazione di impianti hanno recentemente sottoscritto un accordo applicativo riguardante il welfare aziendale previsto dal rinnovo stesso.

 

Si ricorda che dal 1° giugno 2017 le aziende dovranno mettere a disposizione dei lavoratori strumenti di welfare per un costo massimo di:

  • 100 euro nel 2017
  • 150 euro nel 2018
  • 200 euro nel 2019

L’offerta di beni e servizi di welfare prevista da questa norma si aggiunge agli eventuali strumenti di welfare già presenti in azienda, sia unilateralmente riconosciuti che derivanti da accordi collettivi.

 

Le parti sociali, a titolo esemplificativo, hanno elaborato nell’accordo applicativo inerente il welfare aziendale, un elenco di strumenti tramite i quali può essere attuato, quali:  

 

- Opere e servizi per finalità sociali per dipendenti e familiari anche non fiscalmente a carico;

- Somme, servizi e prestazioni di educazione e istruzione e per l’assistenza a familiari dei dipendenti anche se non fiscalmente a carico;

- Beni e servizi in natura per i dipendenti (non soggetti a regime fiscale e contributivo se il valore dei servizi / beni sia di importo non superiore a 258,23 Euro annuali);

- Servizi di trasporto collettivo per raggiungere il lavoro.

 

Per informazioni:

Graziano Viglioli, Responsabile Contrattualistica | gviglioli@cnaparma.it

Giuliana Zanichelli, Ufficio consulenza del lavoro CNA Parma | gzanichelli@cnaparma.it

Tel. 0521/227211

Torna indietro

Lascia il tuo commento