Pubblicato il Decreto del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali (MIPAAF) che disciplina il bonus ristoranti 2022. Si tratta di un contributo a fondo perduto a favore delle imprese operanti nei settori della ristorazione, gelaterie, pasticcerie, che copre il 70% delle spese totali ammissibili, entro il limite di 30.000 Euro per singola impresa. L’agevolazione sostiene gli investimenti in macchinari professionali e in altri beni strumentali durevoli.

La misura ha una dotazione finanziaria di 25 milioni di Euro per l’anno 2022 e 31 milioni di Euro per l’anno 2023.

Beneficiari

Aziende che operano nei seguenti settori:

  • Ristorazione con somministrazione: imprese regolarmente costituite e attive nel Registro delle imprese da almeno 10 anni o, in alternativa, che abbiano acquistato, nei 12 mesi precedenti, prodotti certificati DOP, IGP, SQNPI, SQNZ e prodotti biologici per almeno il 25 % degli acquisti alimentari totali dello stesso periodo;
  • Gelaterie, pasticcerie, produzione di pasticceria fresca: imprese regolarmente costituite e attive nel Registro delle imprese da almeno 10 anni o, in alternativa, che abbiano acquistato, nei 12 mesi precedenti, prodotti DOP, IGP, SQNPI e prodotti biologici per almeno il 5 % degli acquisti alimentari totali.

Entità del Contributo

L’agevolazione potrà raggiungere al massimo il 70% delle spese totali ammissibili fino a 30.000 Euro per ogni impresa. Il contributo sarà in regime “de minimis”.

Spese ammissibili

Spese per l’acquisto di macchinari professionali e di beni strumentali all’attività dell’impresa, nuovi di fabbrica che dovranno essere mantenuti in azienda per almeno 3 anni dalla data di concessione del contributo.

Sono escluse le spese sostenute prima della presentazione della domanda di contributo. Sono inoltre escluse le spese relative a: componenti, pezzi di ricambio o parti di macchinari, che non soddisfano il requisito dell’autonomia funzionale, terreni e fabbricati, opere murarie, impianti idrici, elettrici, di allarme, di riscaldamento e raffreddamento, automezzi e beni usati.

Iter di presentazione

  • Le imprese devono presentare domanda al MIPAAF mediante il portale di Invitalia, in via di definizione;
  • i contributi saranno poi deliberati dal Ministero nel rispetto dell’ordine cronologico di presentazione delle domande, previa verifica da parte di Invitalia della completezza e regolarità delle DSAN presentate dalle imprese richiedenti;
  • l’erogazione del contributo avverrà, infine, a seguito della presentazione della rendicontazione delle spese che dovranno essere sostenute e pagate dall’impresa entro il termine di 8 mesi dalla data di concessione dell’agevolazione.

Iter di erogazione

La richiesta di erogazione deve essere trasmessa dall’impresa al Ministero entro i 30 giorni successivi alla data di ultimazione delle spese allegando:

  • copia delle fatture elettroniche relative all’acquisto di macchinari professionali e beni strumentali;
  • tutta la documentazione che consente di verificare la piena tracciabilità delle spese sostenute dall’impresa (ordinativi di pagamento ed estratti conto);
  • relazione tecnica finale.

Il Ministero, entro 90 giorni dalla ricezione della richiesta, procede all’erogazione dell’agevolazione.

Tempistica

I termini e modalità di presentazione delle domande per il bonus ristoranti, pasticcerie e gelaterie 2022 saranno definiti prossimamente dal MIPAAF. Per l’invio delle istanze bisognerà in ogni caso accedere al portale Invitalia, soggetto gestore della misura.

 

Per maggiori informazioni rivolgersi a PrefinaParma, la società di consulenza specializzata in accesso al credito e finanza agevolata del Gruppo CNA Parma, al seguente riferimento:

Paola Malvisi | tel: 0521.227289 | email: pmalvisi@prefinaparma.it