Prorogare al 20 luglio senza maggiorazione la scadenza per i versamenti risultati dalle dichiarazioni dei redditi e dell’Irap per i contribuenti per i quali sono stati approvati gli ISA (indici sintetici di affidabilità fiscale). E’ la richiesta di CNA al Ministero dell’Economia e all’Agenzia delle entrate.

Risulta “estremamente difficile, se non impossibile, riuscire a predisporre per il prossimo 30 giugno i versamenti delle imposte”. Nella lettera per motivare la richiesta, la Confederazione sottolinea che gli effetti della pandemia hanno determinato un forte impegno da parte delle aziende e degli intermediari che le assistono negli adempimenti tributari comportando un inevitabile ritardo nella chiusura dei bilanci indipendentemente dal regime contabile adottato.

Per questo CNA chiede la proroga della scadenza al 20 luglio, o in alternativa al 20 agosto con la maggiorazione dello 0,4% a titolo di interesse corrispettivo.