Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale il 13 Ottobre 2020, il Decreto Agosto è diventato legge; dal 14 ottobre, è entrata in vigore la legge di conversione che ha portato a importanti ed interessanti novità per il settore del Noleggio Autobus con Conducente.

Di seguito i principali cambiamenti:

  • L’art. 85 prevede l’istituzione presso il MIT (Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti) di un fondo di 20 milioni di € per l’anno 2020 destinato alle imprese esercenti i servizi di trasporto di persone su strada mediante autobus e non soggetti a obblighi di servizio pubblico, che verranno erogati alle imprese aventi diritto con criteri e modalità definiti con apposito DM. Tali criteri saranno definiti tenendo conto di:
    • costi cessanti;
    • minori costi di esercizio derivanti dagli ammortizzatori sociali applicati in conseguenza dell’emergenza;
    • costi aggiuntivi sostenuti per l’emergenza.

Saranno messi in conto importi per compensare i danni subiti dalle imprese in ragione dei minori ricavi registrati, in conseguenza delle misure di contenimento e di contrasto all’emergenza da covid-19 nel periodo tra il 23 febbraio e il 31 dicembre 2020, mentre sono esclusi gli importi recuperabili direttamente dalle imprese tramite assicurazione, contenzioso, arbitrato o altra fonte per ristoro danno. L’efficacia della disposizione è comunque subordinata all’autorizzazione della Commissione europea.

  • L’art. 86 va invece a destinare risorse pari a 53 milioni di € per il rinnovo del parco veicolare delle le imprese di autotrasporto esercenti l’attività di trasporto di passeggeri su strada e non soggetti ad obbligo di sevizio pubblico.
    I contributi sono destinati a finanziare gli investimenti avviati a decorrere dalla data di entrata in vigore della Legge di Bilancio (26 dicembre 2019) fino al 31 dicembre 2020 e prevedono la radiazione, per rottamazione, dei veicoli a motorizzazione termica fino a euro IV, adibiti al trasporto passeggeri, e di categoria M2 o M3, e contestuale acquisizione, anche mediante locazione finanziaria, di autoveicoli, nuovi di fabbrica, adibiti ai predetti servizi di trasporto passeggeri e di categoria M2 o M3, a trazione alternativa a metano (CNG), gas naturale liquefatto (GNL), ibrida (diesel/elettrico) ed elettrica (full electric) ovvero a motorizzazione termica e conformi alla normativa euro VI.
    I contributi, di entità variabile, da un minimo di 4.000 a un massimo di 40.000 euro per ciascun veicolo, e differenziati in ragione della categoria M2 o M3 del nuovo veicolo, saranno erogati secondo le modalità previste in un DM che verrà emanato a breve.

Le norme di cui sopra, finalmente di aiuto e sostegno ad un settore pesantemente toccato dall’emergenza CORONAVIRUS, trovano la piena approvazione di CNA FITA che ha lavorato in questi mesi per portare l’attenzione del Governo sulle imprese del trasporto persone con Autobus.

Per ogni informazione o chiarimento la invitiamo a rivolgersi a Daniela Ottelli Responsabile CNA Fita Parma | dottelli@cnaparma.it – 0521.227211