La storia moderna è questa.

Nell’ultimo trentennio, con una cadenza quasi decennale, ci siamo trovati faccia a faccia con shock di mercato i cui effetti sono noti, non ancora terminati e non perfettamente decifrabili. Prima le Torri Gemelle, poi la crisi finanziaria del 2008, oggi la sfida della convivenza con Covid-2019. Accanto a questi shock nuove soluzioni, nuovi apprendimenti, le scoperte tecniche e tecnologiche, le nuove emozioni e i rinnovati sentimenti che ci hanno aiutato trasformando i nostri modelli di pensiero per adattarci alle nuove situazioni.

Il progetto Alta quota nasce da una idea di CNA Impresa Donna Emilia Romagna e si sviluppa grazie alla collaborazione e al confronto  con CNA Giovani Imprenditori, CNA Pensionati, CNA Professioni CNA Industria  e CNA Commercio e Turismo Emilia Romagna in quell’ottica sinergia e plurale che è propria della trasformazione e del cambiamento.

Finanziato dalla Regione Emilia Romagna, il progetto Alta Quota, nella sezione “Avviso ai naviganti” desidera affrontare il tema della trasformazione applicata ai modelli di business imprenditoriali e alla cultura del fare impresa, rivolgendosi a imprenditrici imprenditori, professioniste e professionisti, e aspiranti tali che hanno bisogno di nuovi punti di ancoraggio per orientarsi nei Tempi Moderni. In una immaginifica opera letteraria si compone di più volumi sotto forma di Webinar che seguono dinamicamente l’interesse dell’ascoltatore e la risposta del pubblico.

L’intero percorso si compone di 3 volumi:

Il Primo Volume segue il filo rosso della capacità di cambiamento, l’innovazione e la curiosità imprenditoriale che pensiamo siano funzionali alla trasformazione dei modelli di business, cercando di comprendere che ruolo può avere in questa dinamica di processo il fatto di generare imprenditoria femminile.