Sono circa tre milioni e mezzo le imprese attive in Italia di cui il 99% micro e piccole, con ricavi annui fino a 10 milioni di euro, quelle maggiormente colpite dalle conseguenze economiche della pandemia.

Nel corso della trasmissione “L’aria che tira” su La7 è stato affrontato il tema degli strumenti messi in campo dal governo per aiutare le imprese in difficoltà, come i prestiti garantiti al 100% per importi fino a 30mila euro. Secondo un’indagine della CNA, però, solo 1 impresa su 4 ne ha fatto richiesta, perchè le imprese già in difficoltà economica non vogliono caricarsi ulteriormente di ulteriori debiti, nonostante il tempo per la restituzione sia stato allungato da sei a dieci anni.

Nel successivo Decreto Rilancio per aiutare le imprese in gravi difficoltà economiche il governo ha previsto contributi a fondo perduto privi di obbligo di restituzione, destinati a imprese e lavoratori autonomi che nel 2019 hanno avuto ricavi sotto i 5 milioni di euro e hanno subito un calo del fatturato pari al 33%.