Alcune delle novità fiscali introdotte dalla Legge di Bilancio 2020 spiegate da Claudio Carpentieri, responsabile del Dipartimento Politiche Fiscali CNA.

Si parte dalla vittoria targata CNA sulla completa deducibilità dell’Imu, a partire dal 2022. La Confederazione ha sempre considerato l’Imu pagata sugli immobili strumentali delle imprese e dei professionisti un costo da considerare inerente all’attività di impresa e per questo si è battuta per la completa deducibilità sia dal reddito d’impresa sia dall’Irap.

Altra novità introdotta dalla Legge di Bilancio 2020 riguarda super e iper ammortamento, che diventano credito d’imposta sui beni materiali, sui beni d’impresa 4.0. e sui beni immateriali.

Novità anche per il regime forfettario applicabile sia alle imprese sia ai liberi professionisti. Resta il requisito della produzione dei ricavi inferiori ai 65mila euro, ma vengono aggiunti due nuovi requisiti:

1) Non si possono avere spese per prestazioni di lavoro superiori a 20mila euro

2) Non è possibile avere altri redditi di lavoro dipendente o pensioni superiori a 30mila euro.