Ristrutturazioni, corsa contro il tempo per la detrazione fiscale al 50%

pubblicato 21/01/2013 alle 10:14

articolo di Andrea Mareschi ( 1 commenti )

La detrazione Irpef del 36% sulle ristrutturazioni è fruibile nella misura del 50% ma solo dal 26 giugno 2012 al 30 giugno 2013, è quindi necessario affrettare i tempi se si vuole godere della nuova misura della detrazione poiché dal 1° luglio 2013 si ritornerà al 36%.

 

In tale lasso temporale, pertanto, l'aliquota di detrazione passa dal 36% al 50%, su un tetto massimo di spese incrementato da euro 48.000 a euro 96.000, mentre restano invariate le condizioni e le modalità applicative dell'agevolazione.

 

Con una risposta ad una interrogazione parlamentare è stato precisato che il limite massimo di spesa di 96.000 euro deve intendersi riferito a tutto il 2012.

Occorre inoltre precisare che, per godere della detrazione momentaneamente “maggiorata”, quel che rileva è il momento di sostenimento delle spese (criterio di cassa), da pagarsi sempre con bonifico.

 

Non rilevano, invece:

- il periodo di svolgimento delle opere, che può anche essere precedente al 26/06/2012 o successivo al 30/06/2013;

- la data di emissione delle fatture, che può anche essere precedente al 26/06/2012;

- il versamento, in riferimento al medesimo intervento, di acconti pagati anteriormente al 26/06/2012, i quali fruiranno della detrazione nella misura del 36% sul tetto massimo di euro 48.000.

Dal 01/07/2013, ritorneranno i "vecchi" limiti, ovvero detrazione al 36% e spesa massima di euro 48.000.

 

La detrazione potrà essere fruita in un limite massimo di 10 annualità, viene dunque eliminata la possibilità di ripartire la spesa in tre o cinque anni per i contribuenti rispettivamente di età superiore a 80 e 75 anni.

Siamo infine a ricordare che  è stata introdotta ex novo la possibilità di detrarre la spesa per la sostituzione del vecchio scaldabagno con scaldacqua a pompa di calore  dedicato alla produzione di acqua calda sanitaria.

 

Fra le novità che interessano i contribuenti per la prossima dichiarazione dei redditi va annoverata la riduzione della deduzione relativa alle spese del contributo al servizio sanitario nazionale compreso nelle polizze auto per la responsabilità civile verso terzi che, dal 2012 l’importo sarà deducibile solo per la parte che eccede 40 euro, eliminando in tal modo la deduzione per le auto più piccole.

Torna indietro

Commenti

claudio daracchi

Inserito il 26/01/2013

articolo molto chiaro e puntuale
Esprimo parere assolutamente negativo in riferimento ai contenuti posti in essere dal legislatore. Non che l' innalzamento dell' aliquota di detrazione fiscale abbia fatto miracoli ma comunque era un segnale positivo per i cittadini e le imprese edili,

Lascia il tuo commento