Diritto camerale 2018: i chiarimenti del Ministero

pubblicato 19/01/2018 alle 10:58

articolo di Pierdavid Dibello

Il Ministero dello Sviluppo Economico conferma, per il calcolo del diritto dovuto alle Camere di commercio per l'anno 2018, le stesse misure in vigore nel 2017.


Nella medesima nota, al fine dell'applicazione della maggiorazione fino al massimo del 50% del dovuto prevista dall'art.1 comma 784 della L. 205/2017 (Legge di bilancio 2018), il MiSE invita le Camere di commercio interessate ad inoltrare al più presto i relativi atti deliberativi relativi al 2018 in modo da evitare eventuali conguagli.

 

Tale maggiorazione è infatti condizionata all'autorizzazione del Ministero, previa la verifica dell'idoneità del programma di riequilibrio finanziario presentato dalla CCIAA interessata.

Torna indietro

Lascia il tuo commento