Detrazione dell'Iva sugli acquisti

pubblicato 19/01/2018 alle 11:34

articolo di Mara Micheletti

La mancata coordinazione tra le nuove disposizioni previste per la detrazione e la registrazione delle fatture di acquisto (articoli 19 e 25 del Decreto Iva, come riformulati dal DL 50/2017), in riferimento alle fatture emesse dal 1° gennaio 2017, viene risolta con la seguente interpretazione: la detrazione Iva è consentita se è avvenuta l'esigibilità dell'imposta e se il contribuente è in possesso della fattura.

 

In mancanza di uno dei due requisiti la detrazione dell'Iva non può essere operata. Il momento di ricezione della fattura di acquisto diventa quindi determinante per stabilire l'anno in cui la detrazione può essere operata.

 

Se la fattura è ricevuta nel 2017 la detrazione deve essere operata al più tardi con la dichiarazione Iva relativa al 2017 e la fattura può essere registrata nei registri Iva fino al 30/4/2018.

 

Se la fattura è ricevuta nel 2018 la detrazione Iva deve essere operata al più tardi con la dichiarazione Iva relativa al 2018 e la fattura può essere registrata nei registri Iva fino al 30/4/2019.

 

Il momento di ricezione della fattura può emergere dalla posta elettronica certificata o da altri sistemi che attestino in modo certo la ricezione del documento.

 

Nei casi diversi da quelli appena citati la ricezione della fattura deve emergere da una corretta tenuta della contabilità (nello specifico dalla numerazione progressiva delle fatture ricevute).

 

Fonte: CM 1 del 17/1/2018

 

In allegato la News tributaria di CNA Nazionale


Torna indietro

Lascia il tuo commento