Apprendistato professionalizzante: sospensione offerta formativa pubblica

pubblicato 13/04/2017 alle 10:34

articolo di Graziano Viglioli

La Giunta Regionale con Delibera n. 469/2017 ha deciso la sospensione dell'offerta pubblica per la formazione di base e trasversale rivolta all'apprendistato professionalizzante.

 

La deliberazione si applica agli apprendisti assunti a far data dal 12/04/2017; costoro, per effetto dell'esaurimento delle risorse regionali, non saranno al momento soggetti all'obbligazione formativa pubblica di cui al D. Lgs. 81/2015 art. 44 comma 3.

 

Tale sospensione costituisce causa esimente per le imprese dall’obbligo della formazione di base e trasversale. Resta invece inalterata la formazione di tipo professionalizzante definita dai CCNL e svolta sotto la responsabilità del datore di lavoro.

 

Per gli apprendisti assunti prima del 12/04/2017 restano invece valide le regole vigenti al momento dell'assunzione e quindi avranno il dovere di effettuare le ore di formazione esterna previste fino all'assolvimento dell'obbligo. In questi casi la Regione renderà disponibile l'offerta pubblica, mettendo a disposizione le risorse necessarie per finanziare anche le annualità successive alla prima se previste.

 

La Delibera sancisce anche la possibilità di modificare il Programma Operativo Regionale del Fondo Sociale Europeo per poter integrare le risorse provenienti dal decreto direttoriale del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, ormai non più sufficienti, con risorse aggiuntive che permettano di riattivare in tempi rapidi la formazione esterna e dare maggiore stabilità a questa opportunità formativa, molto importante per consolidare il contratto di apprendistato professionalizzante come canale privilegiato di accesso al mercato del lavoro e garantire ai giovani assunti, il diritto alla formazione.

 

Questa deliberazione ha caratteristiche e contenuti diversi rispetto a quanto prospettato in prima battuta nei giorni scorsi. La Regione infatti, nel confermare la sospensione dovuta all’esaurimento delle risorse disponibili, ha previsto il completamento  dell'obbligazione formativa anche per le annualità successive per tutti gli apprendisti in forza al 12/04/2017 ed ha dichiarato la disponibilità a riprogrammare il POR del FSE per la formazione degli apprendisti. Si tratta di risultati ottenuti a seguito delle pressioni sull'assessorato, esercitata unitamente con altre associazioni dell'artigianato e del commercio, col contributo fornito da alcuni consiglieri regionali del territorio. La nostra organizzazione ha ritenuto questi risultati non ancora soddisfacenti ed ha manifestato la propria contrarietà anche attraverso un comunicato stampa congiunto firmato da CNA, Confartigianato e Confesercenti.

Torna indietro

Lascia il tuo commento